AGOSTO

Il mese di Augusto

Il mese di agosto deve il suo nome a Ottaviano Augusto, primo imperatore di Roma.

Nel 18 a.C.  il Senato romano conferì a Ottaviano il titolo sacrale di Augusto per permettergli di esercitare l’autorità con le opportune garanzie di carattere religioso. Augusto significa propriamente “consacrato dagli àuguri”, sacerdoti che attraverso l’osservazione del volo degli uccelli durante il rito denominato “augurio” ricavavano presagi, predicevano il futuro, interpretavano la volontà divina. L’imperatore dichiarò tutto il mese feriae Augusti (riposo di Augusto), in aggiunta ai Consualia, ai Vinalia, feste per celebrare i raccolti e la fine dei lavori agricoli, e alla festa in onore di Diana, dea della natura e agricoltura, signora delle selve e delle belve, custode di fonti e torrenti.

La ricorrenza fu assimilata dalla Chiesa cattolica: intorno al VII secolo, si iniziò a celebrare l’Assunzione di Maria, festività che fu fissata il 15 agosto (Ferragosto). Il dogma dell’Assunzione (riconosciuto come tale solo nel 1950) stabilisce che la Vergine madre di Gesù sia stata assunta, cioè accolta, in cielo sia con l’anima sia con il corpo.

I fiori

I fiori di agosto che vi presentiamo sono la bignonia, la lantana e la stella alpina.

Le bignonie sono piante rampicanti vigorose e rigogliose con fiori grandi a trombetta di colore arancio e rosso. Presso popolazioni dell’America Latina questo fiore è considerato un simbolo di ricchezza e prosperità. Se regalato il fiore esprime buon auspicio e fortuna, e nel linguaggio dei fiori simboleggia la fama ed il successo.

Esistono molte varietà di lantana, piante erbacee o di tipo arbustivo, sempreverdi o con foglie caduche; i fiori tubolari sono variamente colorati e riuniti in splendide infiorescenze compatte; il colore dei fiori può mutare da sfumature più scure a più chiare cambiando anche tonalità e producendo un effetto piacevole e decorativo.

Simbolo di purezza e di vero amore, la stella alpina è un delicato fiore di montagna che cresce tra i 1800 e i 3000 metri di altezza. Il nome scientifico viene dal greco lèon = leone e pòdion = piede. La traduzione, quindi, risulta essere “piede di leone”. Il nome di origine germanica “edelweiss” significa invece “nobile e bianco”.

Le verdure

Per il mese di agosto parliamo di aglio, carota, cipolla, fagioli, piselli.

Le proprietà curative riconosciute all’aglio sono numerose:  antibatteriche, grazie ad alcuni derivati dell’allicina, antiossidanti, grazie a selenio, vitamine dei gruppi B e C e ai vari solfuri. L’odore caratteristico dell’aglio è dovuto all’allina. L’aglio viene anche raccomandato in caso di raffreddore, sindrome influenzale, otite, pertosse, faringite e bronchite, è ritenuto un ottimo immunostimolante e si pensa possa ridurre i tempi di recupero dopo le infezioni di tipo gastrointestinale. Tradizionalmente viene utilizzato contro i parassiti intestinali e per la candida vaginale. Gli vengono attribuite anche virtù antisettiche e conseguentemente viene consigliato sia per trattare le ferite che per curare calli, porri e infezioni virali cutanee.

La carota contiene: beta carotene (che il metabolismo trasforma in Vitamina A) con benefici per la protezione del sistema immunitario, oltre che per una buona vista e l’integrità di pelle, tessuti e ossa; altre vitamine (gruppo B, D, E e PP); diversi minerali e un importante antiossidante, il glutatione.

La cipolla è ricca di vitamina C e ha  proprietà antinfluenzali e tonificanti per i vasi sanguigni. Vi sono poi vitamine dei gruppi B, C, E oltre che minerali (zolfo, ferro, potassio, magnesio, calcio) e infine la glucochinina, un ormone vegetale dall’azione antidiabetica. È anche un ottimo diuretico e disinfettante dell’intestino e, infine, le sue proprietà battericide sono riconosciute utili contro tosse, raffreddori e bronchiti.

I fagioli sono legumi ricchi di vitamine, sali minerali, cellulosa e con un alto contenuto di proteine vegetali (circa il 20%); contengono alcuni aminoacidi che non sono presenti nei cereali; ecco perché piatti in cui questi si combinano (minestre, zuppe) sono raccomandati per il giusto e completo mix proteico. Da crudi, i fagioli contengono una proteina, la fasina, cui è riconosciuta una leggera tossicità che si perde con la cottura.

Con circa il 5% di proteine vegetali (diverse da quelle di origine animale, essendo carenti di aminoacidi solforati), i piselli contengono anche una buona quantità di carboidrati, fibre, vitamine (B, C, E) e sali minerali (in particolare potassio e fosforo). Il minore contenuto di amidi regala inoltre ai piselli una maggiore digeribilità rispetto ad altri legumi.

I trattamenti estetici

In questo mese proponiamo il trattamento corpo Soin Hydratation Peau Soyeus: raggi del sole, sabbia, mare, piscina…durante la bella stagione è necessario mantenere il corpo idratato e apportare il nutrimento necessario alla pelle. Questo trattamento, ricco di minerali, idrata e nutre la pelle restituendole morbidezza e giovinezza.

I prodotti cosmetici consigliati

I prodotti solari della Beautech, tra cui in particolare le speciali creme viso e corpo perfezionanti ricche di preziosi ingredienti in grado di combinare quattro azioni: idratazione e nutrizione, correzione delle imperfezioni conferendo alla pelle un colore naturale e uniforme grazie all’innovativa miscela di pigmenti, stimolazione di melanina per un’abbronzatura intensa e protezione dagli UV grazie alla presenza di filtri solari.

La pelle acquista una luminosità dorata e appare visibilmente perfezionata, di aspetto più giovane. 

Curiosità

Intorno al 10 agosto c’è lo spettacolo dello sciame meteorico delle Perseidi (cosi chiamate perché sembrano provenire da un punto del cielo al di sopra della costellazione di Perseo), le note “lacrime di San Lorenzo”.

Queste “stelle cadenti” sono polveri e ghiaccio, lasciate dietro di sé dalla cometa Swift-Tuttle nel suo passaggio ravvicinato intorno al Sole, che entrano in contatto con l’atmosfera della Terra, bruciando per attrito e lasciando così nel cielo le caratteristiche scie, quando questa passa in prossimità dell’incrocio tra la sua orbita e quella della cometa.

L’aforisma del mese

“Marmoream se reliquere, quam latericiam acepisset.

Ho trovato una città di mattoni, ve la restituisco di marmo.

(Ottaviano Augusto, Epistole)

Articolo precedente
LE VITAMINE
Menu