I SALI MINERALI

In generale

I sali minerali sono sostanze inorganiche che, pur rappresentando complessivamente solo il 6,2% del peso corporeo, svolgono funzioni essenziali per la vita dell’uomo: partecipano infatti ai processi cellulari come la formazione di denti e ossa, sono coinvolti nella regolazione dell’equilibrio idrosalino, nell’attivazione di numerosi cicli metabolici e costituiscono fattori determinanti per la crescita e lo sviluppo di tessuti e organi.

A differenza di carboidrati, lipidi e proteine, i sali minerali non forniscono direttamente energia, ma la loro presenza permette di realizzare proprio quelle reazioni che liberano l’energia di cui abbiamo bisogno.

Gli esseri viventi non sono in grado di sintetizzare autonomamente alcun minerale: i sali vengono assimilati attraverso l’acqua e gli alimenti, oppure assorbiti attraverso la pelle tramite creme cosmetiche e trattamenti termali.

Rispetto ad altre sostanze vitali (lipidi, proteine e carboidrati in particolare), il fabbisogno giornaliero di sali minerali è minimo. Ma dal momento che vengono continuamente eliminati con il sudore, le urine e le feci, devono essere assunti con una corretta ed equilibrata alimentazione.

La pelle e i sali minerali

La dieta alimentare e i trattamenti estetici giocano un ruolo chiave nel proteggere la cute dall’invecchiamento e dai numerosi danni indotti da fattori lesivi, come radiazioni ultraviolette e radicali liberi dell’ossigeno.

La carenza di sali minerali, causata in genere da un’alimentazione scorretta che non comprende tutti i nutrienti essenziali, provoca un rallentamento delle funzioni vitali delle cellule.

La pelle così appare invecchiata, priva di luminosità, i tessuti svuotati cominciano a cedere, le fibre di collagene perdono la capacità di offrire sostegno.

Le creme cosmetiche arricchite con sali minerali ricaricano di energia le cellule, che così possono svolgere al meglio le loro funzioni vitali.

Questo si traduce in un immediato miglioramento della funzionalità cellulare. La pelle è in grado di difendersi meglio dagli agenti esterni, rinforzando lo strato corneo di barriera.

In più è in grado di trattenere l’idratazione in maniera ottimale, di rigenerarsi più velocemente, di produrre nuovo collagene e nuova elastina, elementi fondamentali per la giovinezza della pelle, che subito appare più compatta e consistente.

I sali minerali sono indispensabili per una pelle tonica, fresca e luminosa.

Curiosità

Abbiamo scelto come foto di copertina il Mar Morto, celebre per l’altissima concentrazione di sali e di tanti minerali che rendono terapeutici le sue acque e i fanghi. Esso si trova nella depressione più bassa della Terra, a ben 400 metri circa sotto il livello del mare, situata tra Israele e Giordania. Ha il fiume Giordano come immissario ma nessun corso d’acqua come emissario, concausa questa, insieme alla veloce evaporazione dovuta alle elevate temperature della regione, della salinità elevatissima delle sue acque, 10 volte superiore a quella dei mari (questo lago contiene 365 grammi di sale per litro, contro i 35 grammi dei mari).
La presenza di fonti termali vulcaniche arricchisce la composizione qualitativa dell’acqua e dei fanghi rendendoli ricchi di magnesio, potassio, zolfo oltre che di sodio e di tantissimi altri oligo e macro elementi. Ne viene che le acque sono curative, benefiche e “pesanti”. E per il fatto che sono pesanti si galleggia facilmente senza muovere un muscolo. Per il Principio di Archimede infatti “un corpo immerso in un fluido, riceve una spinta dal basso verso l’alto equivalente al peso del volume del fluido spostato“. Nel Mar Morto non affondate perché l’acqua, pesante per via dei tanti chili di sale disciolto in essa, vi dà una spinta verso l’alto tale da contrastare la vostra forza peso e quindi galleggiate.
Inoltre la presenza di tanto sale disciolto fa sì che nessuna specie vivente possa vivere nel Mar Morto, tranne qualche tipo di alga e di batteri.

Quali sono i sali minerali

In base al fabbisogno, i sali minerali possono essere suddivisi in:

  • macroelementi: sono presenti nell’organismo in quantità discrete. Il fabbisogno giornaliero è dell’ordine dei grammi o dei decimi di grammo.

  • oligoelementi o microelementi: sono presenti solo in tracce (oligo viene dal greco ὀλίγος, poco) nell’organismo e il fabbisogno giornaliero è limitato e non supera i 100mg/die.

Macroelementi

Sono i sali minerali presenti nell’organismo in quantità discrete, ma sempre piccole, dell’ordine al massimo di qualche grammo. Fanno parte di questa classe i seguenti 7 elementi: calcio, fosforo, magnesio, sodio, potassio, cloro, zolfo.

Calcio (Ca)

Il calcio costituisce l’elemento fondamentale per la costruzione dello scheletro e dei denti e fra tutti i minerali è quello presente nell’organismo in maggiore quantità. In un uomo di 70 chilogrammi si trovano circa 1200 grammi di calcio: circa il 98% del calcio è contenuto nello scheletro, prevalentemente sotto forma di fosfato carbonato e floruro; l’1% è nei denti; il restante 1% si trova all’interno delle cellule, nei liquidi organici e nel plasma.

Il calcio è indispensabile per la regolazione della contrazione muscolare (compreso il muscolo cardiaco), la coagulazione sanguigna, la trasmissione degli impulsi nervosi, la regolazione della permeabilità cellulare e l’attività di numerosi enzimi.

Il calcio migliora la coesione tra le cellule restituendo forza alla barriera cutanea.

 

Fosforo (P)

La quantità di fosforo totale presente nell’organismo corrisponde a circa l’1% del peso corporeo. L’85% si trova in ossa e denti, il 10% nel tessuto muscolare, l’1% nel cervello come fosfolipidi e la parte restante è presente nel sangue.

Il fosforo svolge un compito fondamentale nella costruzione delle proteine e nello sfruttamento energetico degli alimenti: è infatti parte integrante di numerose molecole biologiche fondamentali, fra cui l’ATP coinvolta nel trasferimento di energia nei sistemi biologici, oltre a partecipare attivamente alla formazione delle molecole di RNA e DNA.

Il fosforo agisce come potenziatore del metabolismo cellulare, ossia rivitalizza le cellule affaticate.

 

Magnesio (Mg)

Il magnesio è necessario per la costituzione dello scheletro, per l’attività nervosa e muscolare, per il metabolismo dei grassi e per la sintesi proteica. Il 70% del magnesio presente in un organismo è localizzato nelle ossa.

Il magnesio è indispensabile per la sintesi delle proteine necessarie alle strutture di supporto della pelle.

 

Sodio (Na)

Il sodio, contenuto nel sangue e nei liquidi intracellulari, è il regolatore fondamentale della permeabilità delle membrane cellulari e dei liquidi corporei.

 

Potassio (K)

Il potassio è presente in forma di ione principalmente all’interno delle cellule, ma anche nei liquidi extracellulari, dove influenza l’attività dei muscoli scheletrici e del miocardio. In particolare regola l’eccitabilità neuromuscolare, l’equilibrio acido-base, la ritenzione idrica e la pressione osmotica.

 

Cloro (Cl)

ll cloro si trova combinato soprattutto con sodio. Disciolto in acqua, invece, forma acido cloridrico, la sostanza che si trova nel succo gastrico e che è coinvolta nella digestione delle proteine. Come il sodio, il cloro regola il bilancio idrico, la pressione osmotica e l’equilibrio acido-base.

 

Zolfo (S)

Lo zolfo è presente in quasi tutti i tessuti dell’organismo, ma è indispensabile principalmente per la formazione di cartilagini, peli, capelli e unghie.

Si trova soprattutto in due aminoacidi chiamati per questo solforati (metionina e cisteina) e in tre vitamine: tiamina, biotina e acido pantotenico.

Microelementi o Oligoelementi

Sono i minerali che, pur presenti nel nostro organismo solo in piccole quantità o addirittura in minime tracce, svolgono funzioni biologiche importanti. Fanno parte di questa classe i seguenti 14 elementi: ferro, rame, zinco, fluoro, iodio, selenio, cromo, cobalto, manganese, molibdeno, silicio, nichel, cadmio e vanadio.

Ferro (Fe)

L’organismo umano adulto contiene in genere 3,5-4 grammi di ferro così distribuiti: il 65% nell’emoglobina, il 10% nella mioglobina, il 20-25% nel fegato, nella milza e nel midollo osseo.

Il ferro è essenziale per la sintesi di emoglobina, una proteina che lega l’ossigeno contenuta nei globuli rossi e nella miogoblina muscolare, ed è anche un componente di enzimi del metabolismo energetico.

 

Rame (Cu)

Nell’organismo di un individuo adulto sono presenti circa 100 mg di rame, concentrati soprattutto in fegato, cervello, reni e cuore. Il rame ha un ruolo essenziale nel corretto funzionamento di numerosi enzimi e oltre a facilitare l’assorbimento del ferro, entra nel meccanismo di sintesi dell’emoglobina favorendolo e determina la formazione di elastina.

 

Zinco (Zn)

Presente nell’organismo in piccola quantità, lo zinco è un cofattore di numerosi e importanti enzimi. Nel plasma è presente sotto forma di aggregati con varie proteine e aminoacidi. Il rame partecipa al funzionamento sensoriale del gusto e dell’olfatto.

 

Fluoro (F)

Il fluoro si trova principalmente nelle ossa e nello smalto dei denti: la sua presenza protegge e previene la carie dentaria.

 

Iodio (I)

La maggior parte dello iodio presente nell’organismo umano è localizzata nella tiroide: lo iodio costituisce infatti l’elemento essenziale per la sintesi della tiroxina, ormone prodotto dalla ghiandola tiroidea.

 

Selenio (Se)

Il selenio, pur essendo presente in piccolissima concentrazione nell’organismo, è un elemento essenziale perché protegge l’integrità delle membrane cellulari. È dimostrato un suo ruolo coenzimatico anche nel metabolismo degli ormoni tiroidei.

 

Cromo (Cr)

Il cromo è un elemento essenziale, in quanto indispensabile per il corretto metabolismo di zuccheri e grassi.

 

Cobalto (Co)

Il cobalto è un elemento indispensabile come costituente della vitamina B12. L’apporto di questo minerale è dunque strettamente collegato a quello della vitamina.

 

Manganese (Mn)

Il manganese è coinvolto nella costituzione di enzimi coinvolti nel metabolismo di proteine e zuccheri ed è indispensabile per il corretto sviluppo delle ossa.

 

Molibdeno (Mo)

Nell’organismo umano adulto sono generalmente presenti circa 9 grammi di molibdeno, localizzati soprattutto nel fegato. Il molibdeno aiuta la produzione degli enzimi che portano alla formazione di acido urico.

 

Silicio (Si)

Presente solo in tracce nell’organismo, serve per la sintesi di collagene e tessuto connettivo, oltre a essere un costituente importante del tessuto osteoide.

 

Nichel (Ni)

Attiva alcuni enzimi e facilita l’assorbimento del ferro presente negli alimenti.

 

Cadmio (Cd)

Può sostituire lo zinco nella carbossipeptidasi conservandone l’attività e può attivare alcuni enzimi.

 

Vanadio (V)

Ha un ruolo importante nella pompa sodio-potassio e nella produzione di altri enzimi coinvolti nel metabolismo dei principi nutritivi, degli ormoni e del tessuto osseo.

La sua essenzialità è dimostrata per gli organismi inferiori, ma non ancora per quelli superiori.

Prodotti consigliati

Vi presentiamo i due prodotti principali della nostra prima linea contenenti i sali del Mar Morto.

Bio Sels Mer Morte

Questo fiore di sale ricco in cloruro di magnesio viene raccolto ecologicamente dopo essicazione naturale sulle rive del Mar Morto e direttamente importato da BIOSEL per arrivare da Voi allo stato puro senza manipolazione.
Sciolto nell’acqua della vasca o in massaggio sull’corpo egli distende le tensioni, attiva un immediato effetto antistress e favorisce il riposo notturno. Elimina gli eccessi energetici Yin o Yang ed attenua fortemente le interazioni negative delle energie telluriche sul riposo notturno. Drena le ritenzioni di acqua e della cellulite, alleggerisce gambe pesanti, piedi e caviglie. Attenua le alterazione cutanea ripristinando le difese.

 

RISULTATI

Il Mar Morto a casa vostra per ritrovare la serenità dopo un bagno con i Sali, oppure un corpo alleggerito da ritenzione, una pelle dolce e idratata.

 

COMPONENTI COMPLEMENTARI

Sali del Mar Morto (Oligo elementi: Mg magnesio, ZK potassio, Li litio)

Eco Pure Eau

Lozione lenitiva, purificante e idratante, diminuisce la sensazione della pelle che tira ed attenua i rossori attraverso l’interazione delle piante Biosequenziali, dalla radice di Ginseng ai fiori di Lavanda.

Restituisce una pelle limpida e pura grazie ai benefici effetti drenanti e rigeneranti degli oligoelementi e dei sali del Mar Morto. Ripara le microalterazioni, nutre ed idrata grazie all’intensa azione vitalizzante dell’acido ialuronico garantendo un’efficace protezione dagli effetti nocivi dell’inquinamento atmosferico.

 

RISULTATI

La pelle più sana ritrova luminosità e freschezza.

 

COMPONENTI COMPLEMENTARI

Acide Ialuronico, Aloe (Aloe Vera), Sali del Mar Morto, Glicerina vegetale.
Oligo elementi: Cu rame, Mg magnesio, Zn zinco
Miglio (Panicum miliaceum)

Articolo precedente
SHIATSU – CONCETTO DI MALATTIA
Articolo successivo
MAGGIO
Menu